Perché per questo sito è stata necessaria una bonifica amianto?

L’intervento di bonifica amianto si è reso necessario poiché in sito è stata rilevata una presenza di tracce di amianto. Occorre però specificare che l’amianto presente sul sito è di tipo compatto che, se tenuto in ottimo stato di conservazione, non costituisce un pericolo per la salute. Tuttavia, in presenza di lesioni o spaccature causate da una cattiva conservazione, è opportuno e necessario procedere a una rimozione dei materiali.

In cosa consiste l’intervento di bonifica amianto?

L’amianto presente sul sito non è di tipo volatile, ma compatto. Non si tratta, perciò di fibre aerodisperse, bensì di MCA (Materiali Contenenti Amianto). L’amianto compatto, se tenuto in ottimo stato di conservazione non costituisce un pericolo per la salute, tuttavia, qualora si rilevassero lesioni o spaccature, un intervento si renderebbe immediatamente necessario. Le operazioni di rimozione sono, in questo caso, l’opzione più sicura di procedere.

I materiali rimossi da questo sito sono nocivi per la salute delle persone che abitano o lavorano nelle aree circostanti?

No, essendo di tipo compatto, i materiali contenenti amianto saranno rimossi in totale sicurezza e non costituiscono un pericolo per l’incolumità delle persone.

L’operazione comporta dei rischi?

No. Le operazioni saranno svolte rispettando tutti gli standard di qualità e sicurezza previsti per questo tipo di interventi. L’attività di bonifica amianto e in particolare le operazioni di rimozione degli MCA saranno gestite da imprese specializzate iscritte alla specifica sezione dell’Albo Nazionale Gestori Ambientali, sotto il controllo delle autorità competenti (ATS), con pratiche consolidate negli anni e nel rispetto delle normative più stringenti sulla sicurezza.

Perché le persone che lavorano sul sito indossano una tuta integrale? Da cosa devono proteggersi?

Questo genere di interventi devono essere svolti nel rispetto di adeguate normative sulla sicurezza, che comprendono anche l’utilizzo da parte degli operatori di appositi DPI (Dispositivi di Protezione Individuale). Se vedete una persona con la tuta, quindi, state tranquilli: vuol dire che sta lavorando in sicurezza!

Come viene effettuata l’operazione di bonifica amianto?

La rimozione degli MCA avviene all’interno di locali a tenuta, sottoposti a collaudo mediante prova fumi dall’Ente di controllo (ATS). I locali sono tenuti in costante depressione affinché l’aria in ingresso sia sempre superiore a quella in uscita. L’aria in uscita è filtrata con un sistema di filtri assoluti. Il personale sarà dotato di tute integrali per la protezione all’interno di tali ambienti. Al netto dei rifiuti pericolosi, smaltiti a norma di legge, un ulteriore obiettivo sarà cercare di ridurre il più possibile i rifiuti da cantiere, secondo le pratiche virtuose della “demolizione circolare”.

In cosa consiste, in concreto, la “demolizione circolare”?

La demolizione circolare consiste nell’aumentare il tasso di reimpiego dei materiali risultanti dalle attività di demolizione, abbattendo così i rifiuti da cantiere. Questo avviene tramite il principio delle “3 R”: Ricondizionamento, Riuso, Riciclo. I materiali demoliti saranno già separati in cantiere per essere utilizzati in nuovi siti.

Quanta CO2 verrà risparmiata con questo intervento?

L’impatto positivo per l’ambiente sarà quantificabile in:

  • 104 ton CO2 eq. derivanti dal riutilizzo di circa 35.000 mc di materiale frantumato di demolizione, riutilizzato in sito
  • 228 ton CO2 eq. derivanti dal riciclo di circa 500 ton di strutture metalliche di carpenteria
  • 137 ton CO2 eq. derivanti dal riciclo di circa 2.000 ton di acciaio da c.a. in tondini per armatura

Prendendo a riferimento le emissioni di una comune auto in commercio (pari a 130 g/km CO2), il risparmio complessivo in termini di CO2 equivale a circa 1.052 giri completi in automobile intorno all’Equatore (circonferenza circa 40.000 km), ovvero 42 milioni di km.

Che cosa sono le “misure di mitigazione”?

Le misure di mitigazione sono un insieme di azioni strategiche e tattiche che vengono implementate in un cantiere al fine di provocare il minimo impatto possibile, sia sull’ambiente che sulla qualità della vita delle persone che vivono e frequentano le aree circostanti.

Quali sono le misure di mitigazione adottate per questo cantiere?

Durante le attività di demolizione, saranno messe in campo le seguenti misure di mitigazione:

  • Controllo del rumore mediante l’utilizzo di apparecchiature con livelli di emissione bassa e limitando le lavorazioni al solo orario diurno, di norma dal lunedì al venerdì
  • Controllo delle polveri mediante predisposizione di telo antipolvere sulla recinzione perimetrale e utilizzo di cannoni ad acqua (cannon fog) durante le operazioni di demolizione
  • Monitoraggio costante della qualità dell’aria sia durante la fase di demolizione che di rimozione amianto
  • Impianto lava-ruote per tutti i mezzi in uscita dal cantiere